Comunicato 1

In data 29 maggio 2014, presso la camera del lavoro, presenti alcune maestranze, una delegazione dell’APMAL e Umberto Carretti SLC – CGIL Area Produzione Culturale, si è svolta l’Assemblea dei lavoratori Troupes del Cineaudiovisivo di Milano e della Lombardia.

Argomenti trattati:

rinnovo del contratto collettivo del lavoro troupe, certificazione professionale e legge 08/81 in materia di sicurezza del lavoro.

Contratto: l’orientamento generale è quello di arrivare ad un orario massimo giornaliero fissato in 11 ore e di equiparare i minimi sindacali alla paga reale.

Ad oggi, le trattative sono interrotte perchè l’Anica chiede di lavorare la sesta giornata.

L’appendice pubblicità al contratto collettivo presenta un proposta ANICA che farebbe innalzare le nostre paghe a livelli tali, da rendere vana ogni iniziativa mirata a ridurre il fenomeno di produrre all’estero.

Certificazione: una direttiva europea impone che entro il 31 dicembre 2015 tutte le professioni dell’audiovisivo devo avere la certificazione professionale per poter svolgere la loro professione. La nazione inadempiente sarà sanzionata.

Le brutte notizie non vengono mai da sole, ieri abbiamo appreso anche che, le maestranze oltre ad essere in possesso della certificazione professionale devono anche avere le abilitazioni, i famosi patentini, imposte dal testo unico della legge 08/81 in materia di sicurezza del lavoro e che alcune case di produzione hanno iniziato a chiedere come pregiudiziale per l’assunzione.

Il direttivo APMAL, soddisfatto dei contenuti del dibattito e del clima costruttivo nell’assemblea tenutasi ieri, ringrazia la SLC-CGIL, ed in particolare Umberto Carretti, per le preziose ed inedite informazioni rivelate e informa i propri iscritti che l’Associazione è già al lavoro per risolvere le problematiche emerse e che le problematiche saranno affrontate e risolte con strategie e iniziative congiunte con il sindacato.

  1. Contratto: definire con il sindacato una piattaforma del contratto pubblicità, valido per tutto il territorio

    nazionale e sensibilizzare le case di produzione pubblicitarie, nel presentare all’ANICA una loro bozza di

    contratto.

    2) Certificazione: Gli iscritti Apmal, se in possesso requisiti richiesti il 31 dicembre 2015 AVRANNO la

    certificazione professionale

    3) Sicurezza del lavoro: Anche se il problema è recente stiamo lavorando per permettere agli associati di

    frequentare i corsi gratis o con il minor esborso economico possibile.

Il Direttivo APMAL

Milano, 31 maggio 2014

Associazione di Professionisti e Maestanze dell’Audiovisivo in Lombardia

Via Cesari, 1/A – 26100 – Cremona – C.F.: 93056730190

info@apmal.it

Comunicato 1 ultima modifica: 2014-09-26T12:28:50+02:00 da maurizio